Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > TrasportACI Sicuri - 6 BIMBI SU 10 IN AUTO SENZA SEGGIOLINO, MA NON A (...)

TrasportACI Sicuri - 6 BIMBI SU 10 IN AUTO SENZA SEGGIOLINO, MA NON A TRIESTE. O SI’?

14.11.2011

 

Il 60% dei bambini viaggia senza seggiolino. 5.000 muoiono ogni anno sulle strade d’Europa.

L'ACI ha lanciato l'iniziativa TrasportACI Sicuri per sensibilizzare i genitori sull’importanza del seggiolino.

A Trieste il 30% dei questionari distribuiti sono stati compilati e dimostrano l'uso corretto dei seggiolini. Il restante 70% non è stato compilato. In questa zona d'ombra le possibili disattenzioni? L'ACI e il Comune di Trieste auspicano di no.

Oltre il 60% dei bimbi viaggia in auto senza seggiolino, malgrado la legge ne imponga l’uso e le industrie lo propongano con standard sempre più elevati di sicurezza e comfort, come dimostrano gli ultimi test dell’ACI e dei principali Automobile Club internazionali su 30 modelli in commercio. Quest’anno è stata valutata per la prima volta anche la presenza di sostanze pericolose per i bambini: in 5 modelli è stato riscontrato un eccesso di materiali dannosi per la salute e in 2 una quantità di diottilftalato DEHP superiore ai limiti di legge per i giocattoli.

A livello nazionale, solo 4 bambini su 10 viaggiano su un seggiolino, mentre l’88% degli adulti indossa regolarmente le cinture di sicurezza. L’uso dei sistemi di ritenuta per i più piccoli diminuisce del 50% per i brevi spostamenti in città, dove invece si concentrano il 70% degli incidenti stradali.

E’ quanto emerge da tali ricerche svolte dall’ACI nelle principali città italiane nell’ambito del progetto “TrasportACI sicuri” che si inserisce nelle iniziative istituzionali e sociali di Educazione e Sicurezza stradali.

A Trieste, l'iniziativa dell'ACI è decollata con la collaborazione dell'Area Educazione, Università e Ricerca del Comune di Trieste, che ha aderito all'iniziativa dell'Automobile Club Trieste e contribuito fattivamente alla somministrazione del questionario negli asili nidi comunali.

Analizzando i dati, possiamo renderci conto di quanto ancora si possa e si debba fare per evitare che un normale tragitto in automobile possa trasformarsi in una tragedia.

Gli incidenti stradali, infatti, sono la prima causa di morte in Europa per i ragazzi fra i 5 e i 13 anni: ogni anno perdono la vita sulle strade 12.000 minorenni, 5.000 dei quali bambini.

In Italia complessivamente sono stati oltre 20 i bambini deceduti in auto nel 2009 e più di 5.000 sono rimasti feriti.

Per quanto riguarda l'incidentalità sulle strade della provincia di Trieste, siamo in grado di divulgare oggi gli ultimissimi dati ISTAT elaborati da ACI, relativi all'anno 2010: fino a 13 anni fortunatamente nessun decesso ma ben 33 feriti (più 50% rispetto al 2009). Nella stessa fascia di età, sul territorio della nostra regione FVG si sono verificati 2 incidenti mortali ed i feriti sono stati 179 (-26% rispetto all'anno 2009).

A livello nazionale 58 morti (+9,4% rispetto al 2009) e 10.666 feriti (+4,1% rispetto al 2009).

TrasportACI Sicuri - I dati di Trieste

Dei 716 questionari distribuiti ne sono stati raccolti 210: 208 compilati da mamme o papà e 2 da nonni o nonne. Si tratta di un buon numero di questionari di ritorno, pari a circa ad un terzo del totale distribuito, dall'analisi dei quali risulta subito evidente il comportamento irreprensibile tenuto sull'uso dei sistemi di ritenuta per i bambini.

Infatti il 99% degli intervistati dichiara di utilizzare sempre e correttamente tali sistemi. Risulta inoltre che il 90% si sia informato preventivamente sul tipo di seggiolino più idoneo da utilizzare, dimostrando quindi di voler acquistare con consapevolezza.

Se da un lato appare quindi confortante riscontrare l'assoluta sensibilità in fatto di sicurezza e rispetto delle norme in tal senso, da parte di circa un terzo dei genitori, dall'altro, tuttavia, viene da chiedersi quale sia il motivo, per gli altri due terzi, della mancata partecipazione al questionario: disinteresse? Poca informazione? Disagio a comunicare comportamenti difformi?

Consulta i dati

Per viaggiare sicuri i bambini devono essere allacciati a un seggiolino conforme al loro peso, installato preferibilmente sui sedili posteriori in senso contrario a quello di marcia e montato secondo le istruzioni. Non si può prescindere dall’uso del seggiolino, perché le cinture di sicurezza e gli airbag sono progettati per gli adulti e non offrono una protezione efficace ai bambini, risultando addirittura pericolosi per i più piccoli in caso di incidente. La legge prevede una sanzione per i trasgressori tra i 76 e i 306 euro con un taglio di 5 punti sulla patente (con sospensione del titolo di guida fino a 2 mesi in caso di doppia violazione in due anni).

TrasportACI sicuri” nasce quindi quale progetto finalizzato alla diffusione delle principali nozioni sul trasporto in sicurezza dei bimbi sui veicoli, tramite interventi formativi rivolti ai genitori.

Per sensibilizzare la cittadinanza sull'uso corretto dei seggiolini, l'Assessore all'Educazione del Comune di Trieste d.ssa Grim, ha inserito il corso “TrasportACI sicuri” previsto per i genitori nelle iniziative inerenti la Settimana dei Diritti alla Sicurezza dei Bambini.

Nell'ambito di questa iniziativa del Comune di Trieste, il primo incontro a Trieste è previsto per sabato 19 novembre alle ore 10.30 presso la sede dell'Ufficio Provinciale ACI di Trieste in via Valdirivo 35.

Per informazioni e prenotazioni preghiamo di contattare il nostro Ufficio Relazioni con il Pubblico ai numeri di telefono 040 7708928 o 7708913, dal lunedì al venerdì dalle ore 08.00 alle ore 13.00.

La locandina del corso

Alcuni consigli utili

Il comunicato stampa del Comune di Trieste su TrasportACI, presentato in Municipio dall'Assessore all'Educazione, Università e Ricerca, dott.ssa Antonella Grim